Diocesi Di Fabrizio Moro

Diocesi di usare i social media per un mese

I vicini alcuni mesi sono stati, forse, i più felici nella vita dell'Ammiraglio. Il sogno della sua vita si è realizzato, gli avversari del suo progetto sono stati fatti vergognare. La coppia reale ha coperto il navigatore di favore e gli ha accordato lo stemma su cui la serratura di Castile e un leone di Leon hanno confinato a immagini delle isole aperte per loro, e anche le ancore – i simboli del titolo di un ammiraglio. Immediatamente la preparazione al nuoto seguente ha cominciato.

Il ruolo grande è stato giocato un'era di Grandi scoperte geografiche anche dall'idea di terra aumentante di sfericità di Terra; il pensiero di possibilità del mare occidentale la strada per l'India attraverso l'Oceano atlantico è stato collegato a esso.

A Zhoan II gli affari principali della vita non sono stati destinati la maggior parte per finire, aprire un mare la strada per l'India. Ma il suo successore Manuele I subito dopo accessione al trono ha cominciato la preparazione di spedizione. I dati di re su Columbus iniziale si sono adattati.

Il 5 agosto Columbus per la prima volta sbarcò su continente. Esaminando la costa del Golfo di Paria, ha scoperto che l'acqua qui fresca, e ha tirato una conclusione: il fiume che abbonda d'acqua (qui e veramente ci sono canali del delta del gran fiume sudamericano Orinoco), quello che non può essere perfino sui flussi d'isola più grandi nel golfo sopra il Sud. Poteva essere solo continente.

Columbus ha considerato questo nuoto grande. Da tutti i quattro è stato il più ricco con eventi e avventure, ma, nonostante risultati geografici importanti, ha portato anche le più grandi delusioni: la conduzione di passaggio all'India non è riuscita a esser trovata. Da tutti i nuoti è stato il più pesante. Vincendo venti e le correnti, le tempeste e la stanchezza di team, gli intrighi di nemici e propria malattia, Columbus ha mostrato il coraggio e la resistenza, le qualità sorprendenti del marinaio e il capitano di nuovo.

Avendo aperto finalmente la gran isola di Portorico, Columbus è partito a. La seconda transizione attraverso Atlantico venne alla fine. L'ammiraglio ha dimostrato il navigatore eccezionale di nuovo. Senza perdita uniforme ha effettuato una flottiglia grande e variegata attraverso l'oceano aperto, e poi e attraverso banco pericoloso delle Antille Minori, avendo fatto sulla strada scoperte eccezionali.

L'attività instancabile del principe Henrique ha iniziato a dare frutti. La nebbia d'incertezza che nasconde la terra dell'Africa Occidentale gradualmente ha dissipato, la paura e le superstizioni sono scomparse. C'è stata una nuova generazione di navigatori a cui c'è stato su forze sfide più complesse.

Gli eventi reali dello XII secolo furono la pietra angolare di questa leggenda. Ma dagli europei di XV secolo già certamente ha saputo che in Asia di un tale stato non è presente. E poi identificarono il potere del prete Ioann con l'Etiopia che veramente fu il cristiano. Sia il principe Henrique sia i suoi seguaci hanno provato a trovare questo regno mitico.

L'era di grandi scoperte geografiche è contata da proprio dalle ricerche intraprese dai navigatori portoghesi. Nel giornale ho detto su apertura di un mare la strada per l'India, sui problemi collegati a esso. Anche ho raccontato su viaggiare di Vasco da Gama che ha aperto questa strada, sulla sua sconfitta e partenza durante l'India.

Ci sono anche altri punti di vista sulla struttura cronologica di un'era di Grande limitazione di scoperte geografica con il suo mezzo di XV - il mezzo degli XVI secoli o, anzi, compreso in esso e l'apertura notevole dello XVIII secolo.

Dalla Repubblica Dominicana l'Ammiraglio è andato a, avendo aperto sulla strada una serie di isole. Molti di loro e tengono oggi quei nomi che Columbus gli ha dato: la Guadalupa – in onore del monastero spagnolo ben noto di S. Maria in Guadalupe, Monserrat – in onore non il monastero meno simpatico in Catalogna, San Cristobal – in onore del patrono Columbus, San Cristoforo (più tardi questa isola è passata a britannici e San Cristoforo ha cominciato a esser chiamato). La catena lunga delle più piccole isole ha ricordato a Columbus una leggenda di undicimila vergini che hanno fatto una volta il pellegrinaggio a Roma e hanno interrotto sulla strada indietro da Unni. L'ammiraglio li ha chiamati le isole di Undicimila vergini, in forma abbreviata – la Vergine (Virginskimi).

Mi piacerebbe raccontare su alcune scoperte geografiche. Ho scelto questo soggetto perché mi sembra che la gente deve sapere la storia e immagazzinare di memoria della grande gente che l'ha creato.